Blog: http://jazztrain.ilcannocchiale.it

Nuova piattaforma, vecchia piattaforma.

Ieri ho scritto un post di presentazione su http://jazztrain1.wordpress.com/ , ho visto che in questa piattaforma puoi fare tante cose, però ho bisogno di un po' di tempo per imparare ad utilizzarla come si deve.
Nel mentre utilizziamo la piattaforma del Canocchio; ho notato che parecchi contatti provengono dalla vicina Francia e dai paesi africani grazie al blog di Oscar Lognon http://damlog.over-blog.com/.
Volevo pubblicamente ringraziare il blogger Arr Gianf http://arrgianf.blogspot.com/ per avermi fatto conoscere la blogger Stella http://stella-ilbeneinnoi.blogspot.com/ che sarebbe la madre del damista MF Loris Milanese, recente vincitore del torneo di dama internazionale di Mori. cfr. http://jazztrain.ilcannocchiale.it/2009/09/02/loris_milanese.html 


Loris Milanese, foto tratta dal blog http://stella-ilbeneinnoi.blogspot.com/
per gentile concessione della blogger Stella, madre del nostro damista.

Quando avrò tempo, scriverò in entrambe le piattaforme.
Purtroppo ne avrò sempre meno a disposizione e non a caso invidio tanto i ricchi che non lavorano mai, che non hanno nulla da fare dalla mattina alla sera e che amano perdere tempo inutilmente senza concludere alcunché.
Figuratevi, sono personaggi così annoiati e noiosi che trascorrono giornate intere a farmi i punti e i punti e virgola, fanno persino le chiose ai miei commenti in modo arrogante (come se fosse un reato contro l'Umanità commentare altrove,ma poi che gli frega di quello che commento altrove? Mah!). Beati loro che non hanno mai nulla da fare, li invidio davvero.
Comunque, abbiamo parlato sin troppo di questi poveretti che meritano al massimo un po' di pietà, ora parliamo  di cose serie: gli scacchi e la dama non sono balocchi, sono giochi complessi che inducono all'analisi, alla riflessione, alla soluzione dei problemi che si presentano sulla scacchiera/damiera. Per giocare bisogna avere delle nozioni che vanno al di la delle conoscenza delle regole di gioco; sono giochi di strategia e tattica, in ogni partita si deve costruire un piano di gioco e cercare di raggiungere degli obiettivi; si devono rispettare i principi fondamentali come lo spazio, il tempo, lo sviluppo dei pezzi e così via.
Si devono conoscere gli impianti di gioco (aperture) si deve conoscere la strategia del mediogioco e si deve conoscere la tecnica del finale.
A parole sembra semplice, in realtà è qualcosa di complesso e intricato, ma chi non ha la minima idea del nobil giuoco e della regina dei giochi parla a vanvera e si comporta come nella famosa favola della volpe e dell'uva.

Pubblicato il 6/9/2009 alle 9.38 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web